L’estinzione più grande della storia, una tragedia che non ha uguali


 

Il darwinismo è una religione

MAIALE

Forse indotti da ciò che scrisse lo stesso Darwin, si sono concentrati tutti sulla testimonianza dei fossili per cercare il “cosiddetto anello mancante”. Non me ne vogliano i paleontologi, ma se l’archeologia è considerata una scienza non scienza, non è da meno la paleontologia. Penso alla polizia scientifica, che perseguendo una pista sbagliata ha indotto a errori giudiziari, esaminando una scena del delitto ancora calda. La storia moderna è piena di errori giudiziari, nonostante i progressi tecnologici. Figuriamoci i “casi freddi” della paleontologia. Ma cogliere il criminale mentre compiere il reato, rende l’attribuzione della colpa più semplice ed efficace, non è così?

Per questa eccessiva attenzione ai fossili si è trascurata una realtà oggettiva incontestabile: le specie attualmente viventi.

Mutazioni nel corso di milioni di anni, mutazioni importanti tra pesci ad anfibi, da anfibi a uccelli, da uccelli a mammiferi tra primati e ominidi e tra ominidi e homo sapiens (ho semplificato le specie e le transizioni). Che siano avvenute in modo lineare, o a salti in tutto questo tempo le specie in via di transizione (rettili con le piume o uccelli con le squame) devono essere state milioni. Come mai non si vedono più? Applichiamo questo ragionamento ai cosiddetti ominidi. Secondo evoluzionisti come Ian Tattersal, homo di neandertal, homo erectus, homo sapiens ecc. convivessero assieme circa 40.000 anni fa. Nello stesso periodo erano presenti anche le scimmie antropomorfe (un anello indietro nella scala evolutiva e meno adattive). Oggi però abbiamo le scimmie antropomorfe e l’homo sapiens, presenti negli stessi ambienti. Tutti gli altri ominidi (più dotati evoluzionisticamente sono scomparsi).

Gli anelli mancanti non si trovano tra i viventi! Questo grande mistero dell’estinzione solo delle specie transitorie costituisce una tragedia senza precedenti (viste le quantità di mutazioni necessarie tra le varie specie e il tempo intercorso; stiamo parlando di miliardi di esseri viventi). Siamo davanti alla “selezione provvidenziale” per il neodarwinismo!!  Cioè, non quella “naturale” postulata da Darwin ma da quella taciuta che potremo definire “scientifica”! La selezione scientifica di milioni di esseri viventi che proprio in base alla teoria della selezione naturale dovrebbero avere più ragioni per continuare ad esistere!

 

Sento poco parlare di questo strano evento e senza meno, non ho mai trovato spiegazioni su questo. Forse abbiamo il “criminale” in corso di reato!

 

 

Il pensiero di un lettore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...