L’evoluzione omofoba, pedofila e zoofila.


donnuomo

Di Daniele

 

Premessa. Va specificato prima di iniziare il discorso che questo non è il mio pensiero, ma solo delle conclusioni alle quali sono giunto immedesimandomi in un ateo evoluzionista.

Ragionamento. Durante una mia riflessione interiore mi son sempre chiesto perché esistono tipologie di attrazioni sessuali come pedofilia, zooerastia ed omosessualità.

Spesso mi è capitato di sentir dire che gli atei sono tali perché la religione è omofoba, perché i preti sono pedofili e la Chiesa è il male del mondo.

Tralasciando i meriti storici della “lega dei senza Dio militanti” e le sue goliardate d’altri tempi, gli abomini sessuali come si sarebbero formati?

Spessissimo mi son chiesto come mai i bambini non si riproducono? Cosa fa si che la gametogenesi arrivi come un treno dirompente nella vita di una persona dando a questa la possibilità di poter procreare? Quali vantaggi dà questa possibilità visto che si fa del tutto per cercare di non avere gravidanze considerate indesiderate? Ed ancora, pedofilia e zooerastia, sono due abomini? Perché l’omosessualità invece sarebbe positiva?

Così non ho potuto far altro che confrontarmi sui vari siti a mia disposizione per porre quesiti di tal calibro ad poveri ignari passanti che, in cerca di brio da discussione, non andassero sol cercando trollaggio da paccottiglia, ma anche risposte a domande meditate. Or dunque dopo molta riflessione ho ponderato tal ragionamento.

Per una volta mi voglio mettere nei panni di Jim Carrey in “una settimana da Dio” facendo l’ateo saggio per qualche minuto dando a Dio un bella pacca di conforto sulla spalla esclamandoGli: “buon viaggio “vecchio”, prenditi un poco di riposo che te lo meriti, ora voglio vedere cosa rispondono i tuoi detrattori”; e qui inizia il mio ragionamento materialista.

Se Dio non esiste ed ogni carattere di un essere vivente è determinato dal dio caso tappabuchi (è il caso perché non so come spiegarlo) in interazione con le cieche forze della natura (che nessuno riesce mai a vedere plasmare qualcuno, ma lo sanno tutti che lo fanno di nascosto quando gli umani dormono), non essendoci nessun essere vivente superiore che sia intervenuto tra i seguenti elementi (poiché significherebbe avere un fine e non rispettare il sistema di demarcazione, ne il rasoio di Occam), se ne deduce che la teoria dell’evoluzione ha plasmato sia la pedofilia, che l’omosessualità, che la zooerastia. Vediamo se sono come i detrattori di Dio ci descrivono.

Inizio dall’omosessualità. E’ assodato che la teoria dell’evoluzione è omofoba poiché nel più grande gesto di razzismo automatico della storia ha limitato gli omosessuali dandogli la possibilità di emettere gameti, ma al contempo stesso giocando con loro a prenderli in giro non facendogli piacere il partner ideale per la riproduzione. Molto buffo direi; evidentemente il caso è un gran burlone e le cieche forze della natura fan del mobbing preistorico retrodatando le vessazioni all’origine della sessualità umana. Quando terminerà questo scherzo lo san solo loro, son giusto qualche miliarduccio di anni che va avanti questo giochetto, ed in barba allo “scherzo è bello quando dura poco”, la candid camera è lungi dal voler esser rivelata ai nostri eroi di passaggio in tempi brevi. Ma che volete che sia, l’universo ha solo 18 miliardi di anni ed è sempre esistito (ma ha 18 miliardi di anni od è sempre esistito?) quindi che volete che sia questa attesa a confronto?

 Dulcis in fundo la ciliegina sulla torta. In natura l’omosessualità è vastissima (se poi i nostri esperti ci spiegan anche se è occasionale forzata in alternativa alla masturbazione o qualcos’altro sarebbe meglio, ma in attesa della risposta ci accontentiamo che sia presente in 1500 specie su 20 milioni e passa pari allo 0,0000mezza tacca %), ma in tutti i casi il massimo del CCNL che è riuscita a strappare è la mansione della balia quando i genitori veri (non quelli che adottano) son fuori a far ben altre cose tra cui procreare mentre loro son tagliati fuori poiché non esiste nessuna specie omosessuale dominante, ne omopatriarcale o omomatriarcale. Come se non bastasse questo gran dispettoso di dio caso Argomentum ad Ignorantiam ha plasmato moltissime specie interamente eterosessuali, almeno una interamente bisessuale (Bonobo o Pan paniscus), nessuna interamente omosessuale.

Ora che è assodato ciò di cui tutti dovrebbero essere a conoscenza, non potendo più tirar fuori vittimismo tra i soliti luoghi comuni, sentito dire o tutta un’erba un fascio, possiamo dire che i veri nemici degli omosessuali non sono: ne la Chiesa, ne i preti, ne i fascisti o nei fascisti, ne i nazisti, ne gli ex omofobi comunisti, bensì la teoria dell’evoluzione col suo pastore “caso” ed i suoi luridi scagnozzi “cieche forze della natura” a discriminare i poveri omosessuali.

Ora che hanno un nuovo obiettivo e non avendo bisogno di interpretare a mio modo nessun passo biblico per essere considerato da costoro un omofobo, andassero a prendersela con Darwin e le sue strampalate idee di selezione naturale. Vediamo cosa riusciranno a fare gli atei e la teoria dell’evoluzione contro gli omosessuali e viceversa. Vado a prendere i pop corn.

Ora passiamo a dimostrare come la teoria dell’evoluzione giustificherebbe invece la pedofilia. Pochi sanno che la pedofilia è una malattia inventata dal Cristianesimo in particolar modo dal vecchio testamento il quale ordina di non avere rapporti col sesso debole se non quando queste sono fertili. Questa è un’anfibologia, cioè un discorso ambiguo poiché non specifica se sia a gametogenesi già presente, ma non durante il mestruo o se si riferisca ad una maturità sessuale raggiunta, ma siccome il buon Dio non lo specifica c’è chi pensa di interpretarla in quel modo; la pedofilia è peccato.

Tuttavia va detto che il nostro Eroe ora è in vacanza e quindi non può darci delle delucidazioni in proposito, ma ci ha dotato di un cerebro e della teoria dell’evoluzione la quale col suo “caso prezzemolo” (sta sempre un po’ ovunque e non guasta mai) spalleggiato dalle sue ombre di Peter Pan “cieche forze della natura” ha dato la gametogenesi ai bambini in un’età compresa tra i 9 ed i 12 anni dicendogli in qualche modo che possono accoppiarsi e riprodursi (chi di noi non vorrebbe avere la propria figlia che ti torna a casa col pancione a 9 anni togliendoci il gusto di raccontargli la storiella dell’ape ed il fiore?)

Bhe la teoria dell’evoluzione pare se ne freghi della costituzione italiana e di quella della maggior parte degli stati del mondo dove esiste questo reato, poiché ha dato la gametogenesi a circa la metà degli anni che dovrebbe avere un bambino per essere considerato maggiorenne (ammesso e non concesso che sia poi in condizioni di maturità mentale per poter insegnare qualcosa ai propri bambini) decretando soltanto una drammatica conclusione; o la teoria dell’evoluzione ha toppato oppure Michael Jackson era un progressista al pari di Lavoisier.

L’unico dubbio che mi sovviene è come mai certa gente dice di non andare in chiesa la domenica e di non credere a Dio perché i preti sono pedofili, ma poi vanno al concerto del re del pop e chiamano il padre della Termodinamica “genio” e non “mostro”. Io una risposta ce l’avrei e come disse un saggio “a pensar male si fa peccato, ma qualche volta ci si prende”.

Oltretutto va aggiunto che questa pratica sessuale è molto in voga tra gli animali, in particolare tra quelli superiori a forte stratificazione sociale (specie matriarcali e patriarcali) dove lo stupro pedofilo dei cuccioli è un diversivo per evitare scontri tra titani e funge un po’ come una valvola di sfogo.

Ma l’attacco più devastante che gli atei potessero fare a favore della pedofilia è quello di pensare che il sesso esista solo per fini di piacere aprendo le porte alla legalizzazione della stessa poiché si può fare sesso anche senza gametogenesi, così si evitano anche gravidanze indesiderate senza l’uso ed i problemi dei contraccettivi. Niente di più falso ovviamente. La maggior parte delle specie e dei viventi non provano alcun piacere durante l’atto sessuale e non bisogna andar a cercare specie strane o microscopiche dai nomi altisonanti od impronunciabili per riuscire a trovarne una, i pesci Attinopterigi (quelli che di solito troviamo ai banchi del pesce di cui amiamo nutrirci) non hanno penetrazione, depongono solo uova che vengono inzuppate dagli spermi del maschio esternamente.

Non c’è punto G, preliminari, sesso orale, anale o sex toys; puro e semplice gesto meccanico. Il piacere è una sensazione che provano solo i viventi dotati di capacità decisionale per costringerli ad accoppiarsi per non far estinguere la propria specie (certo che la teoria dell’evoluzione le ci tiene a preservare le specie). Se poi sia venuta prima la capacità decisionale od il piacere dell’orgasmo gli evoluzionisti potranno spiegarcelo più in là con comodo oltre a dimostrarci quali sono i fattori positivi di avere il mestruo a 9 anni se poi in quei giorni sei a terra con mal di pancia, mal di gambe, dolori addominali ed articolari, vomito, diarrea ecc…

Infine, ma non meno importante è la zooerastia, altro abominio che viene perseguitato dalle leggi di svariati stati.

Avere rapporti sessuali con bestiame domestico e non è decisamente inusuale a tal punto che sempre la Bibbia l’annovera tra i peccati di contaminazione in Levitico e numerose religioni come il Buddismo la dissacrano come un peccato di inaudita sconcezza per non dire altro.

Tuttavia a romper le uova nel paniere ci pensa ancora una volta la teoria di Darwin e la sua allegra brigata che con un pizzico di azion corsara va ad affondare ancora una volta l’etica e la morale religiosa.

La zooerastia è un’attrazione sessuale normale.

Numerosissime sono infatti le specie ibride in natura, talvolta in grado addirittura di poter essere feconde e generare altra prole come nel caso del Canis canis (Cane) e Canis lupus (Lupo).

Da notare che gli evoluzionisti sorvolano moltissimo sul come mai alcune specie di Equus (Equidi) sono accoppiabili e generino prole talvolta feconda, ma ci sia una maggiore percentuale di differenza genetica che tra Uomo e Bonobo nonostante in quest’ultimi i risultati siano decisamente inversi non generando un bel nulla. Altro mistero della fede evoluzionista.

Se poi vogliamo esagerare va aggiunto che un’attrazione sessuale normale quale l’omosessualità non genera prole, mentre invece casi di pedofilia e zooerastia, nonostante siano degli abomini, generano prole talvolta feconda. Come disse un altro saggio “le vie dell’evoluzione sono infinite” ed aggiungerei oltretutto decisamente misteriose.

Ora tornando a noi traggo le debite conclusioni.

Se fossi ateo ed evoluzionista da oggi avrei dei buoni motivi per essere omofobo, pedofilo e zoofilo poiché questo è il vangelo di Darwin; tuttavia conoscendo la vigliaccheria di alcuni ceffi, son sicuro che questi girerebbero la frittata ai credenti rivoltandogli le stesse domande per vedere cosa rispondono su Dio pensando che così finisca 1-1 palla al centro per continuare a bivaccare nelle loro autoconvinzioni.

Neanche per sogno ovviamente poiché Dio è un essere vivente superiore dotato di volontà propria ed intelletto, per cui se ha fatto qualcosa è per un fine (che il sistema di demarcazione non ammette) o forse le cose son cambiate col tempo (Adamo ebbe il primo figlio alla tenera età di circa 65 anni; niente sesso prima?), ma in tutti i casi siccome nessuno può definirsi superiore a Dio per limite autoimposto dallo Stesso in pratica comanda Lui; è il boss e fa come gli pare e gli altri fan pippa che a loro piaccia oppure no.

Con la teoria dell’evoluzione invece non vale la stessa risposta in quanto non è un vivente, non ha un fine (indispensabile per essere scienza (e sottolineo scienza e non verità)) e non ha volontà, tutto avviene in automatico e quindi non solo può toppare come avviene nelle macchine industriali, ma è subordinato al suo creatore qual’è l’uomo quindi criticabile dallo stesso perché inferiore con buona pace di Dawkins, Odifreddi e di tutti gli Uaarini.

Successive pubblicazioni: Aborto omosessuale (come un diritto può diventare un orrore); L’evoluzione puntata di Gould è una fiaba? (miei ragionamenti che confuterebbero tale teoria); Violazione del Rasoio di Occam (perché questo requisito scientifico del sistema di demarcazione è sbagliato come lo interpretano gli atei); Alla ricerca della felicità col reddito marginale medio (il motivo scientifico economico del perché Buddismo e Cristianesimo avevano ragione); La Bibbia condanna veramente l’omosessualità? (mie conclusioni omofilo-bibliche); Economia omofoba (come il reddito marginale medio spiega il divieto alle omoadozioni); Disuso di struttura (come la speciazione di Darwin dimostra la non normalità dell’omosessualità); Pedofilia ed omosessualità (Storicamente sono divise come nella scienza?) K ed r selezionati (ecco come crollerebbe matematicamente la teoria dell’evoluzione in un rapporto di coevoluzione); Misteri evolutivi: i fattori limitanti della specie e le capacità di sopravvivenza (come non si sarebbero passati tramite selezione naturale).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...