Il DNA di uno scimpanzé


DNA

 

Domanda e risposta

Desidero proporre due domande al dott. Nobile Migliore:

I) Durante una trasmissione televisiva hanno detto, che la differenza fra il DNA di uno scimpanze e quello umano e’ solo dell ‘1 %.Si riferiscono al DNA che codifica per le proteine, o a tutto il DNA?

2) Sappiamo che i microbi mutano in base alla situazione ambientale. Questo sembra confermare il parere degli evoluzionisti. Durante una trasmissione avevo sentito questa affermazione del prof.
Boncinelli: durante un incendio boschivo, le piante mandano segnali alle piante della zona per prepararle al pericolo. E’ Vero? Domanda: i microbi che vivono problemi ambientali, mandano segnali
” opportuni ” agli altri microbi? La reazione difensiva e’ casuale, o avviene in modo opportuno, variando proteine opportune? Questo sarebbe una conferma di PROGETTO INTELLIGENTE ( per me di OPERA DI UN CREATORE ).

AISO risponde:

Riguardo al primo quesito sembra da studi recenti che l’1% di diversità genetica tra l’uomo e lo scimpanzé si riferisca alla porzione di DNA codificante proteine, se si considera tutto il DNA la differenza sarebbe maggiore ,attorno al 20-30%;sino a poco tempo fa il DNA non codificante era considerato come DNA spazzatura e quindi non veniva nemmeno preso in considerazione; ora però si è visto che una forte percentuale di questo DNA è funzionale e si è visto quindi che in totale la differenza tra uomo e scimpanzé è maggiore. Riguardo al secondo quesito per dir la verità non posseggo informazioni su segnalazioni che le piante  fanno alle altre in caso di pericolo o di cambiamenti ambientali, tuttavia è possibile che ciò avvenga; infatti in tutti gli esseri viventi esistono secrezioni di specifiche sostanze chiamate ferormoni che sono recepite dagli altri animali della stessa specie come segnali sessuali, o come segnali di pericolo o di adattamenti di altro genere rispetto a cambiamenti ambientali. L’esistenza di questi segnali però non dimostra assolutamente l’evoluzione nè il meccanismo darwiniano dell’evoluzione. Anzi questi meccanismi di segnalazione sono irriducibilmente complessi perchè richiedono non soltanto l’esistenza delle ghiandole secretive dei ferormoni ma anche l’esistenza contemporanea negli animali che ricevono il segnale dei recettori dei ferormoni e dei meccanismi nervosi di trasduzione del segnale. Perchè funzioni il tutto è necessario che queste strutture devono essere sorte contemporaneamente e improvvisamente, mettendo cosi in crisi ogni meccanismo darwiniano. Inoltre è noto anche che anche nell’uomo e negli altri mammiferi esistono dei meccanismi adattativi per i cambiamenti ambientali; nel passaggio, per esempio, da un ambiente caldo ad uno freddo esistono complessi meccanismi per mantenere costante la temperatura interna come la vasocostrizione per trattenere il calore, o le contrazioni muscolari per produrre maggiormente calore  che si manifestano col brivido ecc. Anche questi meccanismi sono altamente integrati. Per quanto riguarda i batteri esistono anche in questo caso meccanismi, in caso di stress ambientali di comunicazione tra batteri; per esempio vengono trasferiti da un batterio all’altro i cosiddetti plasmidi che sono dei geni posseduti da certi batteri o, altro esempio,  sulla resistenza agli antibiotici. Questi plasmidi penetrano in altri batteri dando loro la proprietà della resistenza agli antibiotici. Ci sono anche i cosiddetti batteri estremofili, cioè quelli che vivono presso sorgenti termali in acque caldissime anche sui 100 gradi; questi batteri sono sottoposti a fenomeni di distruzione del loro DNA molto più alto degli organismi che vivono in temperature più basse. Ebbene questi batteri hanno dei meccanismi altamente sofisticati di riparazione del loro DNA danneggiato. Altro che organismi primitivi come si è pensato in un primo tempo. Come si vede da questi esempi si è indotti a pensare che dietro questi meccanismi cosi’ sofisticati ci sia un disegno intelligente, altro che caso e necessità.

Cari saluti Nobile Migliore Nunzio

Tratto da AISO (associazione studi sulle origini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...