La storia dell’uomo va tutta riscritta… lo dice la scienza


cvilta segrete

Tutti coloro che seguono il comitato antievoluzionista come le trasmissioni su www.Radioglobeone.it sanno bene che la notizia comparsa oggi su alcuni quotidiani non è “straordinaria” ma fatto già ben noto; recentemente, infatti, una puntata radiofonica è stata dedicata al fatto che il così detto “uomo della pietra” non è mai esistito, almeno come ci viene raccontato da parte della “nomenclatura evoluzionista” nei libri di scienze e storia.

La realtà è una sola e sempre più dati la confermano: sulla nostra origine e la nostra storia la scienza non ha risposte, ha molte ipotesi e sostanzialmente il mistero si fa sempre più fitto:

“Civiltà organizzate 30mila anni fa: la storia del mondo va riscritta”

 

“La storia dell’umanità su questo pianeta è la più grande menzogna mai raccontata e scritta. Non vedo l’ora che la verità venga esposta e che i falsi libri di storia vengano bruciati! I mass-media sono complici di un insabbiamento di proporzioni epiche”. L’antropologo Semir Osmanagich, fondatore del Parco Archeologico Bosniaco, il sito archeologico più attivo del mondo, dichiara che le prove scientifiche, ‘inconfutabili’, venute alla luce, sull’esistenza di antiche civiltà con tecnologia avanzata, non ci lasciano altra scelta se non quella di riscrivere la nostra storia, la storia dell’Umanità Terrestre. Un attento esame, su l’età di alcune strutture, rivela definitivamente che sono state costruite da civiltà avanzate di oltre 29.000 anni fa….

http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/civilt-organizzate-30mila-annifa-la-storia-del-mondo-va-riscritta.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...