Considerazioni sul commento del prof. Daniele Formenti dell’Universita’ di Pavia


Sono passate circa due settimane da quando il vasto mondo del World Wide Web ha visto la nascita del nuovo sito evoluzionescientifica.org che, ad oggi, conta la ragguardevole cifra provvisoria di quasi 5.000 click (una media di 350 pagine visualizzate ogni giorno).  

Un simile interesse alle tematiche esposte, evidentemente, inizia ad infastidire alcuni fondamentalisti della religione darwiniana che pubblicano, su diversi blog, articoli sconclusionati, privi di contenuto critico mirato, incentrati su attacchi alle persone piuttosto che ai contenuti. Alcuni di questi articoli, viziati da un insanabile pregiudizio, sono pubblicati su un blog il cui nome (nomen omen) mi impedisce di prendere seriamente in considerazione qualsiasi tentativo di ristabilire un minimo di correttezza comunicativa.

 

Altri invece, come quello scritto dal prof. Daniele Formenti ed ospitato su un server dell’Università di Pavia, offrono la speranza di trovarsi davanti ad un interlocutore in grado di cogliere il valore costruttivo delle critiche che gli indirizzo e che, speriamo, possano fare chiarezza su diverse inesattezze da lui pubblicate. L’articolo (11/8/13-VA) si trova al seguente url: http://www-3.unipv.it/webbio/evol07/rassdarw13.htm

Il professor Formenti inizia il suo attacco ideologico al sito ES (evoluzionescientifica.org), e al gruppo di studiosi che lo animano, prendendola un po’, per così dire, alla «larga»  e articolando il suo ragionamento a partire dall’anno 1578 con cenni storici alla “Torre Gregoriana” facendo tappa nel 1891 con la costruzione della “specola vaticana”, passando dal 1910 e dal 1935 per poi giungere ai giorni nostri alla citazione di un’intervista a Pievani pubblicata su Micromega nel 2012. Lasciamo a chi ne abbia voglia la lettura di questo lungo quanto noioso (e a mio parere anche inutile) preambolo  ed occupiamoci di quello che è il vero nocciolo della questione: il sito internet di ES.

 

Formenti definisce ES come

“una recente iniziativa che, senza discriminare le diverse e incompatibili opinioni sull’evoluzione biologica professate dalle diverse religioni cristiane rappresentate, si occuperà ecumenicamente di spulciare, controllare e contestare ricerche naturalistiche che sembrassero poco rispettose di verità religiose di queste verità religiose [sic] incompatibili fra loro (oltre che con numerosi fatti scientificamente dimostrati)”.

 

Formenti inserisce anche il link alla pagina del manifesto di ES, che dice testualmente:

“Il progetto che ha visto la nascita di questo sito e la collaborazione degli autori che qui pubblicano, è da intendersi totalmente indipendente e non ricollegabile ad alcuna confessione religiosa in particolare, né ad alcun partito e/o movimento politico. Ciò che anima questo “progetto” ha unicamente carattere scientifico”.

 

Notiamo come Formenti si sforzi in maniera quasi compulsiva (14 aggettivi in 5 righe) di orientare l’iniziativa di ES connotandola religiosamente quando invece il “manifesto”, che lui stesso linka, dice esattamente l’opposto, ovvero che le idee religiose non hanno nulla a che fare con la divulgazione scientifica di cui si fa carico il sito ES.

 

L’articolo prosegue lasciando un po’ perplesso qualsiasi lettore attento, perché Formenti, subito dopo, afferma:

Questo controllo verrebbe effettuato, e lo si specifica come se fosse importante [nuovo link al manifesto di ES], rispettando le diverse opinioni religiose

 

La famosa domanda di “lubrana” memoria che “nasce spontanea”, porta ad interrogarsi su quali siano i processi mentali che davanti alla chiara affermazione secondo la quale ES “non è ricollegabile ad alcuna confessione religiosa” inducano il Formenti ad affermare qualcosa di cui non c’è traccia nel manifesto da lui stesso linkato: ovvero che i contenuti di ES “rispettan[o] le diverse opinioni religiose”.

Da una parte abbiamo dichiarazioni ufficiali sul sito di ES che i contenuti non sono ricollegabili ad insegnamenti religiosi ma unicamente ad analisi scientifiche, dall’altra abbiamo il Formenti che cerca in tutti i modi (come in preda a “spasmi logico connettivi”) di indurre il lettore a credere il contrario (evitando naturalmente qualsiasi accenno, anche misero, che possa comprovare quanto sostiene).

Ma proseguiamo nell’analisi, tralasciando le sue imprecisioni legate alla classificazione delle confessioni religiose (ancora!?), e arriviamo alla seguente:

 

“vorrebbero quindi giudicare e controllare la qualità della ricerca altrui pur non conoscendone i meccanismi internazionali di gestione e controllo”

 

Tra gli autori del sito ES, come chiaramente indicato, vi sono studiosi che hanno una conoscenza ottima “dei meccanismi internazionali di gestione e controllo”. Formenti sembra dire una cosa falsa e, onestamente, se così fosse non saprei se sia più grave che lo faccia per ignoranza o per “depistare” volontariamente chi lo legge.

Sul sito ES pubblica, ad esempio, il genetista già capo ricercatore al Max Planck Institute, Wolf Ekkehard Loennig nel cui curriculum si legge tra l’altro:

 

11. Peer reviewer/referee for several papers published in scientific journals like The Plant Cell, Molecular and General Genetics (now Molecular Genetics and Genomics),Theoretical and Applied Genetics (TAG) and others. Beginning with April 2010, I belong to the editorial board of the brand new peer-reviewed science journal Bio-Complexity.

 

12. For a list of publications, see http://www.weloennig.de/literatur1a.html. Most important scientific/genetic contribution to evolutionary questions on the basis of empirical results and investigations is perhaps The Law of Recurrent Variation(revealing the limits of Darwinian and other ideas on evolution and of evolution itself).

 

 

Naturalmente Loennig non è l’unico scienziato che pubblica su ES ad evere conoscenza dei “meccanismi internazionali”, ma evidentemente Formenti non ne era a conoscenza (ci piace pensarlo in buona fede).

 

Il sito EvoluzioneScientifica.org, formalmente non è ancora partito con il suo progetto. Gli articoli pubblicati, infatti, non sono inediti per il web. Se tanto ci dà tanto, mi chiedo quale livello di disinformazione raggiungeranno i fondamentalisti della religione darwiniana quando veramente inizieremo a lavorare sul serio.

Nel frattempo vorrei chiudere con un’ammissione che presento al prof. Formenti in anteprima: l’evoluzione esiste!

Sì, ad esempio, la Color Graphic Adapter (CGA) distribuita al grande pubblico negli anni ’80, si è evoluta in EGA e poi in VGA e SVGA fino ad arrivare alle attuali schede grafiche in grado di gestire milioni di tonalità di colore ed immagini. Visto che il suo sito (stile terminale IBM anni ’70) lascia un tantino a desiderare in quanto a contenuti, mi chiedevo se potesse prendere atto di questa “evoluzione” tecnologica al fine di renderlo un po’ più attraente, almeno nell’aspetto.

 

Casomai dovesse leggere queste mie brevi considerazioni, caro prof. Formenti, mi permetto per il momento di salutarla cordialmente. Dico “per il momento” perché ho la strana sensazione che avremo modo di “rincontrarci”.

 

Francesco Arduini

 

 

3 pensieri su “Considerazioni sul commento del prof. Daniele Formenti dell’Universita’ di Pavia

  1. Conosco di nome il prof. Formenti sembra che sia un buon professionista medico; posto che si parli di quello che conosco.
    A prescindere comunque, quando si parla di fondamentalisti non esiste alcun motivo per intraprendere un dialogo.
    Sono “uomini primitivi” destinati ad estinguersi naturalmente

    • Il dialogo puo’ essere intrapreso con tutti, basta che l’ iterlocutore segua un senso logico, anche se fondamentalista.
      Formenti ‘ professore associato all’Univ. di Pavia, facolta’ di biologia.

  2. Pingback: COMITATO ANTIEVOLUZIONISTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...