Lettera ad un’insegnate darwinista su Pikaia


Di Enzo Pennetta

 

Su Pikaia viene proposto un gioco da tavolo per simulare la genetica di popolazione.

.

Vorrebbe essere uno strumento per insegnare la teoria neodarwiniana, ma finisce col confutarla.

 

L’ha ideato una professoressa di scuola cattolica che, bizzarie del caso, anni fa è stata una collega di Enzo Pennetta…

 

Gentile Marina Pescarmona,

mi scuso se mi rivolgo a lei, ma il caso è emblematico e merita di essere discusso.

Conosco le sue competenze scientifiche essendo stato per alcuni anni suo collega presso il liceo “Cristo Re”, e  non ho potuto fare a meno scrivere questa lettera aperta dopo aver letto il suo contributo sul sito Pikaia nella rubrica, dalla denominazione involontariamente umoristica, di “Labevo“.

Il suo contributo all’opera didattica del portale dell’evoluzione consiste nella proposizione di un gioco da tavolo denominato  ”Popolazioni: Un gioco di simulazione di genetica di popolazione” il cui fine è indicato con le seguenti parole:

Il gioco mette in risalto il ruolo della contingenza nell’evoluzione delle popolazioni.

infatti al termine del gioco si potrà constatare che:

“Le tre popolazioni, alla fine del gioco, divergono per numero di individui, frequenze fenotipiche, genotipiche e alleliche,  a causa dell’assetto genico di partenza, della casualità e del tipo di eventi subiti.”

La composizione genetica è rappresentata da una coppia di carte colorate in giallo chiaro e giallo scuro, riportate di seguito:

 

 

 

(Le tre possibili composizioni ‘genetiche’ del gioco).

Alla fine del gioco, dopo una serie di eventi contingenti, la composizione delle carte in mano a ciascun giocatore sarà variata in modo aleatorio, ma le carte saranno sempre le stesse, nessun nuovo colore sarà apparso.

E questo dovrebbe rappresentare l’evoluzione?

Le domando allora:

-E’ comparso un nuovo carattere?

-Sono presenti specie che prima non esistevano?

La risposta ad entrambi i quesiti è un inevitabile NO.

La ringrazio quindi per questo gioco che offre l’opportunità di mostrare agli studenti quanto i meccanismi della selezione naturale siano del tutto inadeguati a spiegare l’evoluzione.

Non credo però che lo sottoporrò ai miei studenti liceali, ma chissà, potrei invitarli a leggere questa pagina di CS per mostrare loro l’inconsistenza della teoria neo-darwiniana, per quel che mi riguarda invece, come attività integrativa per capire cosa sia il darwin-ismo, faccio leggere e commentare “Il mondo nuovo” di Aldous Huxley, cosa che ovviamente le consiglio vivamente di fare.

Ma se vogliamo andare oltre al significato del gioco e considerare la pubblicazione dello stesso avvenuta su Pikaia, è possibile di parlare di un vero e proprio “esperimento” sul condizionamento di massa: nonostante l’evidenza dei fatti, nessuno si accorge di quello che ha davanti agli occhi.

Nessuno si accorge del fatto che non c’è stata evoluzione.

Ma a parte l’involontaria dimostrazione a sfavore della Sintesi Moderna, la ringrazio inoltre perché essendo l’istituto de Merode una scuola paritaria, e specificamente cattolica, questo suo contributo su Pikaia risponde alle ingiustificate preoccupazioni del prof. Pievani sull’insegnamento negli “istituti confessionali”, timori de lui recentemente espressi in una lettera al sottoscritto e di cui lungamente si è parlato su CS.

I saluti finali del prof. Pievani che concludono la lettera a cui ho fatto precedentemente riferimento non sono stati molto benevoli nei miei confronti:

Nel frattempo, tanti auguri sentiti e sinceri agli studenti romani del Liceo paritario della Fondazione Cristo Re. Ne hanno bisogno.

Ma non intendo ripagare chi si impegna sul versante opposto con la stessa moneta (sarà uno di quei retaggi della formazione cattolica…).

Concludo quindi con i più sentiti e sinceri auguri di buona Pasqua alla professoressa, ai suoi studenti e al prof. Pievani.

Enzo Pennetta

18 pensieri su “Lettera ad un’insegnate darwinista su Pikaia

  1. ah ah ah! un giochino da tavolo ha confutato l’evoluzione! ecco le “solide” prove dei creazionisti!

  2. certo, certo…peccato che la sua visione dell’evoluzione si riduca ad un insieme di farneticanti critiche contro il darwinismo (o quello che lui reputa essere il darwinismo). la sua visione di come le specie viventi evolvano la stiamo ancora aspettando

    • “di come le specie viventi evolvano”…

      In realtà tutti aspettano la dimostrazione che evolvano… Non ha compreso bene quale è il problema.

      • Certo, lo immaginavo. Piante e animali sarebbero nati in sei magici giorni di divin creazione, con adamo e eva che facevano il tifo per vedere se il collo più lungo sarebbe toccato all’asino o alla giraffa. E nel 2014 siamo ancora a vaneggiare di creazionismo…

      • Purtroppo il suo commento non c’entra nulla, nel pezzo non si parla di creazione etc… Spiace lei non sia in grado di comprendere di quanto si parla.

  3. ah, povero fratus, tiri il sasso e nascondi la mano dietro tanto, vuoto politichese. Le specie viventi possono essere quel che sono solo per due motivi: evoluzione o creazione. Se nel fratus-pensiero l’evoluzione è una fantasia, resta solo l’ipotesi creazionista. Spiace a me che per via dell’inconsistenza del suddetto fratus-pensiero lei sia costretto a dirottare le discussioni su sterili polemiche.

    • E’ una sua valutazione. Sostengo da sempre che la questione o l’uno o l’altro è questione di fede e non di scienza perchè in entrambe le ipotesi la scienza non è in grado di dare risposte… L’evoluzionismo si spaccia come scienza ed ecco, quindi, la questione da risolvere: via il neodarwinismo dai libri di testo.

      Il resto sono solo problemi suoi di cui non mi interesso.

      • La scienza le risposte le dà eccome. Che lei non sia capace d’intenderle è un’altra questione. sorry

      • Benissimo, però sino ad ora noi qui abbiamo portato esempi verificabili mentre da lei oltre le parole nulla… come chiaccherone è bravo ma attendiamo prove verificabili da lei e da chi ne sa un pochino più di lei…

        Cordialmente

  4. Esempi verificabili?! Ossia?! Avete mostrato una specie vivente comparsa da un magico sbuffo di luce?! Quel video, noi del dipartimento di scienze biologiche e genetica ce lo dobbiamo esser proprio perso! Ci invii i link a suo comodo mi raccomando!

    • Noi ci siamo persi i fossili di transizione, ci siamo persi le mutazioni positive, ci siamo persi la dimostrazione dell’origine della vita da materia inorganica… quante cose ci siamo persi.

      J. Sanford riderebbe del “noi del dipartimento di scienze biologiche e genetica”, si legga il suo libro e poi faccia commenti appropriati.

      • Lo vedo, ne avete perse un po’ troppe per andar tanto fieri delle vostre strane teorie soprannaturali. Forse un ripassino di biologia non vi farebbe male. Cordialità

      • Sostanza, sostanza vogliamo… non le solite 4 parole che non dicono nulla. Ci dica lei da dove arriva la vita, come si è formata la prima cellula, da dove arriva la complessità… Vivete nel mistero, parlate di cose di cui non sapete nulla infatti non spiegate nulla… Datevi una calmata e guardate la realtà: si vive nell’ignoranza, il neodarwinismo è una bufala… si curi con le teorie darwininane, invece che con l’applicazione di una logica che tutto ha un fine e noi stiamo qua a ridere come dei matti mentre lei aumenterebbe i suoi danni…

  5. Quindi per don Fratus NON sapere come si è svolto un processo è sintomo che quel processo NON si è mai svolto. Bravo. Si glissa, tuttavia, su come siano apparse le forme di vita per l'”intelligent” design (il design sarà intelligente, chi lo propugna un po’ meno…). Sto aspettando le prove che le specie viventi compaiano da sole, orsù, tu che non vivi nel mistero, dammi le prove! ah ah ah povero fratus, ti lascio al tuo mondo di favola, e non ti preoccupare, il mondo è piatto, è stato creato in sei giorni e, in principio c’erano adamo ed eva circondati dai dinosauri! però quando tu o pennetta trovate lo scheletro fossile di adamo fammi un fischio che voglio assolutamente vederlo!

    • Il suo ragionamento non ha senso, il CREDERE una cosa (come si è svolto un processo è sintomo che quel processo) non vuol dire che esista… Lei fa confusione logica.
      Il suo commento è senza senso

      • Logica, prima di usare la parola assicurarsi di comprenderne in significato. Già il fatto di non comprendere le frasi altrui non depone a favore di chi si arroga l’arte di voler correggere gli altri. Un consiglio, quando non capisce rilegga le parole len-ta-men-te. Magari ci arriva

      • Ba… sempre peggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...