Roma: incontro con Stuart A. Kauffman


Il 25 Ottobre, all’Università di Roma 2-Tor Vergata, ore 16.15 aula T4 (dipartimento di scienze, edificio ex-Sogene), si svolgerà un incontro denso di significato e, oserei dire, quasi imperdibile.

L’occasione è la presentazione del bel libro sull’opera di Stuart Kauffmann dal titolo: ‘I sentieri evolutivi della complessità biologica nell’opera di SA Kauffmann‘ edito da Mimesis e scritto dal giovane e brillante filosofo della scienza Mirko Di Bernardo.
A parlare del libro ci saranno lo stesso Stuart Kauffmann (in videoconferenza, sarebbe dovuto intervenire di persona ma purtroppo è stato bloccato negli Stati Uniti per problemi familiari), Alessandro Giuliani, Carlo Cirotto, Maria Flavia Gravina, modererà il prof. Eugenio Coccia, professore di astrofisica a Tor Vergata, l’incontro sarà introdotto dal prof. Maurizio Paci, chimico-fisico e preside della Facoltà di Scienze di Roma 2 e da Padre Mauro Oliva capellano di Tor Vergata che ha organizzato l’evento.
Stuart Kauffmann, uno dei fondatori dell’Institute of Complexity di Santa Fe è sicuramente uno degli scienziati più geniali e influenti degli ultimi cinquanta anni, biologo con una profonda conoscenza della fisica e dei metodi matematici ha avuto il grandissimo merito (già all’inizio degli anni 80) di aver portato l’attenzione della comunità scientifica sui fenomeni di auto organizzazione in cui il combinarsi di poche e semplicissime regole di relazione tra una serie di elementi collegati fra di loro, dava vita a dei comportamenti emergenti strabilianti e dotati di ordine e regolarità impressionanti.
La teoria della complessità, con il lavoro di Kauffmann, passava dall’essere un complicato e astruso bla-bla sulla difficoltà di comprendere i fenomeni del mondo mesoscopico (insomma di quelle cose pù grandi di una molecola di idrogeno e più piccole di una galassia) ad una scienza che si poteva applicare proficuamente allo studio della natura, foriera di scoperte e illuminazioni.
La dinamica delle reti, il folding delle proteine, la regolazione genica, lo studio quantitativo dei sistemi ecologici, la termodinamica delle transizioni di fase sono tutti argomenti che hanno tratto profonda ispirazione dal lavoro di Stuart Kauffmann e di cui si discuterà il 25 Ottobre. La visione di Kauffmann sull’evoluzione biologica in cui compatibilità fisica e selezione non possono essere due mondi separati con la biologia vagante in un’idealistica assenza di realismo fisico è di un’importanza fondamentale per la scienza e la cultura. Ancora ai nostri giorni ci tocca di leggere sui prestigiosi Proceedings dell’Accademia delle Scienze USA, un articolo in cui si ha il coraggio di mostrare una completa schizofrenia di pensiero separando il mondo delle proteine in ’quelle che si possono prevedere come raggiungenti la loro struttura nativa in tempi biologicamente accettabili secondo il modello del collasso idrofobico,’ e ‘quelle che non offrono risultati compatibili con il modello del collasso idrofobico e quindi sono dominate dalla selezione naturale’ .
Si afferma insoma che le prime (proteine aldisotto di 200 aminoacidi) le riusciamo a capire con un modello noto e quindi ‘fanno parte delle chimica-fisica’, mentre le seconde, più grandi non riusciamo a capire come facciano a raggiungere la loro struttura nativa e a essere stabili in soluzione e quindi ‘fanno parte della biologia’ come se la selezione naturale fosse un deus ex machina che lavori in un mondo immateriale (ma queste benedette proteine magiche si dovranno solubilizzare anche adesso , cosa hanno un passaporto con su scritto ‘selezione naturale, si prega non disturbare con quisquilie chimico-fisiche’) ed anche quelle povere proteine piccole, figlie di un Dio minore che non le ha selezionate ? Dire che evidentemente il modello del collasso idrofobico è insufficiente non è possibile ?
Insomma un’occasione unica per venire in contatto con la vera scienza di punta e che, essendo organizzata dalla cappellania di Tor Vergata, mostra un esempio fulgido dei corretti rapporti tra Fede e Scienza.

Enzo Pennetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...