La concezione di Dostoevskij


Nikolaj Berdjaev

Nella pagina 174 del libro Not by Chance! Shattering the Modern Theory of Evolution, Lee Spetner riporta la seguente affermazione, tratta da un libro del più importante scienziato-divulgatore evoluzionista, Richard Dawkins:

Potrebbero esserci delle buone ragioni per credere in Dio;
l’argomento del progetto intelligente, però, non è tra di queste.

A questa Spetner risponde:

Potrebbero esserci delle buone ragioni per essere atei; la
teoria neo-darwiniana dell’evoluzione, però, non è tra queste.

Si è, infatti, atei (credenti nell’evoluzione) oppure credenti in Dio (della creazione), non per i calcoli della probabilità della organizzazione spontanea della vita o quelli dell’accumulo di mutazioni fino alla trasformazione di una specie in un’altra, ma per una presa di posizione su temi molto più profondi e problemi molto più importanti: da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo, quale è insomma il nostro destino, ovverosia i “problemi maledetti” di Dostoevskij. Probabilmente nessun altro scrittore si è occupato di questi argomenti così in profondità come ha fatto Dostoevskij. E probabilmente nessun altro saggio su Dostoevskij raggiunge la profondità del libro di Berdiaev.

Nikolaj Berdjaev (1874-1948) è forse il più importante filosofo russo del primo Novecento. La lettura di Dostoevskij è stata decisiva per la formazione intellettuale e spirituale di Berdjaev, uno dei pensatori liberi che hanno subito prima la deportazione da parte del regime zarista, a causa delle proprie idee marxiste, e poi l’esilio da parte del regime bolscevico, a causa delle proprie idee, diventate liberali ed antimarxiste. Il 31 agosto 1922 Berdjaev, insieme ad altri 159 personaggi di primo piano del mondo intellettuale e scientifico russo, viene mandato in esilio su una nave, che con triste ironia il popolo russo aveva battezzato “la nave filosofica”. Occorre ricordare che l’elenco di questi 160 personaggi – Index personarum prohibitarum – è stato elaborato con la partecipazione personale di Lenin, e che i libri di Berdjaev erano proibiti nei paesi del blocco sovietico.

Il libro del quale stiamo parlando ha nove capitoli abbastanza autonomi, che sono intitolati: 1) Il volto spirituale di Dostoevskij; 2) L’uomo; 3) La libertà; 4) Il male; 5) L’amore; 6) La rivoluzione – Il socialismo; 7) La Russia; 8) Il Grande Inquisitore; 9) Dostoevskij e noi. Il tema centrale è quello del destino dell’uomo quando si ribella all’idea di Dio Creatore e Redentore.
Dostoevskij esplora in profondità le conseguenze di tale ribellione.

La lettura non lascia spazio alla neutralità, alla tiepidezza ed al compromesso. Come scrive Berdjaev, gli uomini si possono dividere in “uomini di Dostoevskij e in uomini estranei al suo spirito”; una terza categoria non è prevista. È evidente il parallelo fra la visione creazionista del mondo e quella evoluzionista, divise ed opposte su questi stessi temi. Un libro che non dovrebbe mancare nella biblioteca di coloro che sono affascinati alle grandi tematiche della creazione e dell’evoluzione.

Complimenti all’Editore Einaudi per la ristampa. Una sola piccola annotazione. Einaudi ha pubblicato per la prima volta il saggio nel 1945, lo ha poi ristampato nel 1977, e nel 2002. Si tratta della stessa traduzione, che lasciava molto a desiderare nelle precedenti edizioni, ma che è notevolmente migliorata nell’ultima ristampa. Purtroppo è rimasto un fastidioso errore che inverte il senso di un’importante frase: a pagina 101, a proposito dei fondatori del movimento rivoluzionario russo (allora ancora nel “sottosuolo”), si legge: “Ma creavano il processo [rivoluzionario] e il processo creava loro”. La frase nell’originale (russo) invece è: “Non erano loro a creare il processo [rivoluzionario], ma era il processo che creava loro”.

Autore della recensione… non pervenuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...