L’EVOLUZIONE HA MESSO LE ALI AI DINOSAURI OPPURE LE HA TOLTE AGLI UCCELLI?


Gli affascinanti dinosauri sono al centro di numerose controversie. Secondo la teoria più accreditata, gli uccelli derivano dai dinosauri. Secondo alcuni il volo si è sviluppato in alcuni dinosauri che si buttavano giù dagli alberi planando, secondo altri invece il volo è iniziato da terra, con i dinosauri, ormai alati, che prendevano la rincorsa e poi volavano.

Ora però, come se non bastassero le stravaganze e i capricci dei reperti fossili, uno studio sperimentale mette in crisi l’origine stessa degli uccelli dai dinosauri. Lo riferisce John Ruben dell’Università di Oregon in un commento che sta per essere pubblicato sulla rivista PNAS. Ruben spiega che i capricci dei reperti fossili spesso non permettono conclusioni convincenti neppure su reperti recenti (meno di 10 000 anni), e più si va indietro più difficile diventa tutto.

Lo studio sperimentale commentato da Ruben è dell’equipe di David Alexander dell’Università di Kansas. Gli autori hanno fatto un modello che copia fedelmente un curioso e piccolo dinosauro, il Microraptor gui, di cui sono stati trovati recentemente numerosi fossili in Cina, e che ha sia le zampe anteriori che posteriori piumate. Poi hanno sottoposto il modello a test di volo, catapultandolo ripetutamente.

Il modello ha planato discretamente, però ha mostrato instabilità di volo per una distribuzione dei pesi lungo il corpo. Gli autori concludono che il Microraptor gui poteva planare e saltare da un albero all’altro, ma è improbabile che possa aver dato origine ad un animale volante. Inoltre il piumaggio delle zampe posteriori lo avrebbe reso un cattivo camminatore.

•••

Scrive Ruben: “Nonostante l’affinità tra i dinosauri teropodi e gli uccelli sia stata riconosciuta da molto tempo, durante gran parte del 20° secolo i paleontologi in generale consideravano tra i due un rapporto antenato – discendente” inverosimile.

Peccato che nei testi scolastici e divulgativi la raccontano diversamente. Ora però la situazione è ancora più complicata. Gli uccelli potrebbero originare da non si sa cosa, poi alcuni hanno perso le ali diventato dinosauri terapodi. Una teoria che capovolge quella in voga da cent’anni, ma che può essere derivata dai dati al pari delle altre. Intanto il mistero dell’origine del volo si è fatto più fitto.

M. Georgiev

Un pensiero su “L’EVOLUZIONE HA MESSO LE ALI AI DINOSAURI OPPURE LE HA TOLTE AGLI UCCELLI?

  1. Io personalmente ci andrei molto cauto a considerare veritiere le affermazioni circa dinosauri anche in versione scoiattolo volante.

    la lezione di questo mi viene proprio dal famoso fossile di Archaeopterix lithographica;

    Nel 1862 il Museo British lo pagò circa settecento sterline , pari a 500.000 euro di oggi

    L’allora sovraintendente Richard Owen ritenne allora di aver fatto un buonissimo affare.

    Chi glielo vendette fu un certo Karl Haberlein un mercante professionista che aveva già procurato al museo di Monaco tanti fossili preistorici tale da provocare una saturazione.

    E non appena il museo iniziò a rifiutare i soliti pezzi, Haberlein trovò provvidenzialmente l’Archaeo.
    Ma su questo nuovo reperto si mostrava stranamente riservato, non permettendo che i paleontologi lo esaminassero per più di pochi istanti, ne di prendere spunti ne schizzi.

    Rispondeva con un no secco a tutte le analisi più approfondite; tanto è vero che dopo un anno che il Museo lo aveva acquistato, negli ambienti scientifici già si dubitava della sua autenticità.

    E da allora si conoscono solo foto e immagine, se non ch verso il 1985 un gruppo di scienziati dell’università di Cardiff, chiesero di analizzare il reperto originale.

    Ma questo gli fu negato; e per togliere i dubbi sulla sua autenticità i successori di Owen si scelsero alcuni studiosi di fiducia per esaminare l’originale.

    E la nuova analisi venne pubblicata con tutti i crismi dell’ufficialità sulla rivista scientifica nature..e scientific american (Le Scienze) che possiedo; del Luglio 1990, numero 263; .

    In questa difesa hanno rasentato il ridicolo, sostenendo che il fossile dell’Archeo, appartenente al genere di un piccolo dinosauro o rettile , il Compognathus, è autentico, spiegando che le piume gli apparirono grazie al fatto che il rettile per riuscire a prendere le sue prede faceva dei balzi aiutandosi con il movimento delle zampe anteriori che sbatteva nell’aria.

    Inoltre per colpire l’immaginazione, nel disegno o abbozzo del fossile vi hanno aggiunto di frodo la presenza di una furcula, o meglio un ossicino così interpretato perchè diverso da una effettiva furcula; lungo circa un quarto della vera furcula di un uccello della stessa grossezza…cioè un ossicino al pari di quello di una costola addominale, che con la fantasia lo si può definire quello che si vuole,

    La furcula è un tipico osso a V, che hanno gli uccelli nello sterno; cosa di cui nella foto del fossile originale dell’Archaeo, non si vede, ma soltanto ipotizzare dagli ossicini delle costole.

    Eppure sostenevano che la possedeva, pur se nei vari fossili di Archeo presentati, non è assolutamente possibile rilevare nessuna furcula

    Tutto ciò non vi sembra possibile? Allora leggete il seguito

    Per completare in bellezza, hanno sostenuto del quinto presunto fossile di Archeo,; che non si erano accorti che nella roccia di ritrovamento, irradiandola a luce radente vi erano tracce , segni che hanno attribuito alla presunta presenza di calami, e che pertanto quel fossile prima interpretato come un rettile, cioè il Compagnathus, lo hanno così ribattezzato come Archeo .

    In pratica su analizzate qualsiasi roccia; o muro di casa; a luce radente, ne troverete di segni di calami a centinaia.

    Insomma che serietà scientifica vorreste trovare in tutto ciò?.

    Perfino quando considerano l’organismo umano, il suo ordine dinamico lo scambiano come dinamica caotica, passante secondo la geometria frattale, come se la banale geometria frattale,come gioco di immagini e di raggi di luce, potrebbe essere paragonata alla complessità del codice genetico, e della sua funzionalità; che considerano scioccamente al pari di una fantomatica favolistica espressione frattale…

    Ad esempio considerando i battiti cardiaci in mancanza di stimoli fisici, ( in questo caso quelli razionali e emotivi li hanno accantonati) questi notano che è irregolare, quindi non stazionari, o omeostatici pertanto questo gli suggerisce <> agli evoluzionisti, che è una situazione caotica; tanto che perfino i neuroni, gli ricordano come struttura una situazione caotica,, (a questo punto potremmo dire che anche l’espressione intelligente umana sarebbe una situazione caotica, inconscia…voi non discutete perchè pensate, ma perchè il caos per caso vi fa generare una frase e un azione di senso compiuto che definiremo geometricamente frattale

    In pratica se questi applicherebbero la stessa teoria alla visione di un autista che compie delle manovre intelligenti per posteggiare, la sua auto, ebbene tale funzione intelligente, adattiva alle diversità delle circostanze e quindi non costante o ripetitiva nelle sue mansioni o operazioni di parcheggio; quindi di tipo stazionario; ebbene ne concluderebbero che è una situazione non diretta da nessuna intelligenza, ma dal caos, perchè non ripetitiva, come può esserlo quella di una macchina.

    In pratica definiscono ciò che rivela una coscienza, o di un I.D. , un mero frutto del caso; quindi perfino la matematica, il pensiero, la funzione abile e costruttiva dell’uomo , non sono un prodotto della coscienza , ma del caso.
    Come se vi dicessero che oi credete di essere intelligenti, in realtà è il caso che detta i vostri pensieri.

    In sostanza non soltanto il materialismo organico del vivente non sarebbe frutto di intelligenza, ma nemmeno il vostro pensiero, poichè questo stesso per loro e come fosse il risultato di un caos geometrico..piovuto dal cielo, dal nulla.

    Questi son peggio di certi filosofi greci..son folli.
    Da questi provengono quei geni folli che poi si fanno promotori di guerre contro la vita.

    All’ignorante di cuore gli pare che tutto è caotico che viene da esso, perchè il suo pensiero meccanico è privo di intelligenza del cuore, poichè non afferra il senso delle cose, se non il considerare caoticamente la vita secondo i suoi caotici desideri, credendo con ciò di trovare, generare la vita fisica e morale, o spirituale per se e per ogni forma di vita.

    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...