ORNITORINCO


di Stefano Bertolini
Un nostro lettore non ha trovato adeguata la nostra risposta sulla questione dell’ornitorinco, perciò forniamo qualche elemento in più.

Gli evoluzionisti considerano che l’ornitorinco, insieme al suo compagno monotreme l’echidna, si siano evoluti in isolamento quando la Gondwana si è divisa a formare il continente d’Australia circa 225 millioni di anni fa (Moyal, A., Platypus, Allen and Unwin, New South Wales, Australia, p. 192, 2001). Questo concetto dell’evoluzione in casi d’isolamento risulta da l’ipotesi di Darwin che avrebbe studiato l’ornitorinco durante il suo viaggio sulla nave Beagle. Comunque, la scoperta nei primi degli anni 90 di 3 denti di platypus in Sud America da parte del paleontologo autraliano Dott. Michael Archer ha ribaltato quell’ipotesi perché sono quasi identici a denti fossili d’ornitorinco trovati in Australia (Creation 15(3):8, 1993; Creation 14(1):13, 1991). Una volta si pensava che pure i marsupiali fossero esclusivi dell’Australia, ma anche i loro fossili sono stati trovati su ogni continente. L’ornitorinco adulto non ha i denti, ma la scoperta di fossili d’ornitorinco in Australia conferma che i loro antenati avessero denti molto particolari. Vediamo qui l’espressione di un tratto tipico che è quello della perdita di informazione genetica, proprio il contrario di quanto richiesto dall’ipotesi dell’evoluzione che necessita della creazione di nuove informazioni genetiche. Il paleontologo evoluzionista Dott. Archer si è espresso dicendo che l’ornitorinco odierno è una forma degenerata del suo antenato, il quale era più grande e più robusto (The Weekend Australian, 23–24 January 1993 p. 10).

Originalmente consideravano l’ornitorinco come primitivo finchè hanno scoperto la complessa tecnica di elettrolocazione del suo cibo. Per gli evoluzionisti ciò lo ha fatto diventare una creatura molto evoluta e non più una forma di transizione primitiva fra rettili e mammiferi (Moyal, A., Platypus, Allen and Unwin, New South Wales, Australia, p. 191, 2001).

L’ornitorinco ci offre un’altra sorpresa: è stato avvistato in acque marine intorno a Kangaroo Island (Littlely, B., The platypus with a taste for the sea, The Advertiser, 19 July 2003, p. 11), rendendolo non più limitato all’acqua dolce.

L’echidna ha l’aspetto simile ad un riccio ed è un’altro mammifero oviparo. Viene comunemente chiamato formichiere spinoso.

Al contrario di quanto proposto nella questione sull’ornitorinco, non esiste alcuna prova nella storia dei fossili che l’ornitorinco sia mai stato diverso da come è.. Questo non ci sorprendente perché il meccanismo dell’evoluzione non ha mai mostrato di poter creare una situazione d’aumento d’informazione che viene sempre associato ad un’intelligenza come autore di quest’informazione.

L’ornitorinco non è una forma di transizione vivente. E’ semplicemente una creatura unica che continua a lasciare perplessi chi insiste ad inserirlo a stento nell’albero evolutivo della vita. Perché non lo apprezziamo per quello che è: una creatura straordinaria creata come frutto di un disegno intelligente.

Stefano Bertolini

Presidente AISO

15 pensieri su “ORNITORINCO

  1. Bertolini, non ci siamo… Hai scritto diverse inesattezze… in primis che i marsupiali siano esclusivi dell’Australia ancora adesso è sbagliato: ce ne sono nelle americhe (e ce n’erano tanti di più fino a 3 milioni di anni fa, prima del grande interscambio americano). Inoltre fossili di marsupiali sono presenti nel cretaceo della Laurasia. I marsupiali sono un sister group dei placentati, discendendo da un antenato comune probabilmente vissuto attorno a 125 milioni di anni fa in quella che ora è la cina settentrionale, ti piaccia o no le cose stanno così. diverso il caso dei monotremi: è una linea molto antica forse riferibile a un gruppo di terapsidi che approfittando della Pangea aveva colonizzato tutte le terre emerse (cosa che i placentati non hanno potuto fare, se non cetacei, pinnipedi e pipistrelli, senza l’aiuto dell’uomo: in nuova zelanda non c’erano neanche discendenti dei terapsidi.
    per quanto riguarda il “primitivo” riferito all’ornitorinco, sicuramente lo sono ALCUNI caratteri, ma altri no, come appunto il sofisticato ecoscandaglio, mentre non potrai negare che alcune caratteristiche come l’apparato intestinale e quello urogenitale che finiscono nello stesso condotto o la visione a colori siano tipiche dei rettili mentre pelo ed altro sono tipici dei mammiferi. vuoi negare anche questo???? anche il termine “primitivo” tout court è ormai messo in discussione ed è soprattutto derivato dall’antropocentrismo che ha impestato anche la scienza: in realtà tutte le forme di vita sono evolute… qualcuna è rimasta più “semplice” ma sicuramente per essere ancora presente si è parecchio evoluta… NB: non cavilliamo su queste parole….
    saluti

    • Caro Aldo Piombino non ho compreso bene l’obiezione che hai posto a Stefano Bertolini scrivendo:

      “che i marsupiali siano esclusivi dell’Australia ancora adesso è sbagliato”.

      Credo voi diciate la stessa cosa, infatti, Bertolini, ha scritto:

      “Una volta si pensava che pure i marsupiali fossero esclusivi dell’Australia,
      ma anche i loro fossili sono stati trovati su ogni continente.”

      Avete fatto la stessa considerazione. Bertolini indica con quanto scritto che i marsupiali sono sempre stati presenti in altri continenti, anche dai primi tempi come evidenziato dai fossili. Quale sarebbe l’inesattezza?

      Le altre tue considerazioni non sono di stampo scientifico, sono interpretazioni. Stefano ha risposto a tutte le tue questione con riferimento a fatti e non alle sue personali convinzioni su origine della vita e suo sviluppo, riporta con accurata documentazione quale è la situazione in campo scientifico sulle tue obiezioni fatte a Roberto de Mattei.

      In questi giorni continuerò a pubblicare le risposte di Bertolini che evidenzieranno che le questioni da te poste non sono prova di validità della teoria nata da Darwin.

      Un caro saluto.

      Fabrizio Fratus

  2. scusa la fretta, magari non sono stato chiarissimo. prometto che risponderò meglio..

  3. POVERI ANTIEVOLUZIONISTI.ANCHE LORO RAPPRESENTANO UNA LINEA DEGENERATIVA DELL’EVOLUZIONE.
    DUE PRINCIPI.
    “A UGUALE PROBLEMA, SOLUZIONE ANALOGA”.

    “A UGUALE PROBLEMA, PER EVITARE COMPETIZIONI STRESSANTI, SOLUZIONI DIVERSE”.

    MADAGAMADA

    • Come sempre contenuto inesistente…

      • X IL SINTETICO MILANESE, AVVELENATO DALLO SMOG, PENSALA COME TI PARE. VOI TALEBANI A LARGO SPETTRO, DI TUTTE LE LONGITUDINI E LATIDUNI, SIETE SOLO MENTALMENTE SPETTRALI.
        GB
        SCIMMIETTA EVOLUTA.

      • Molto poco evoluta

      • DA LA REPUBBLICA 24_10_2013-10-25
        “Sì, il teorema di Dio è corretto”: due matematici fanno rivivere l’opera di Gödel

        Gödel sostenne che, per definizione, non può esistere niente di più grande di un essere supremo e propose un modello matematico per provare l’esistenza di un tale potere, fondato su alcuni assiomi: “Ogni proprietà positiva è necessariamente positiva. Per definizione Dio ha tutte e solo le proprietà positive. L’esistenza necessaria è una proprietà positiva. Quindi Dio, se è possibile, possiede necessariamente l’esistenza. Il sistema di tutte le proprietà positive è compatibile. Quindi Dio è possibile. Essendo possibile, Dio esiste necessariamente”. E’ importante aggiungere che Gödel era molto religioso, esattamente l’opposto di Albert Einstein che vedeva Dio come un’entità impersonale da cogliere con la sola ragione. Finché visse Gödel non rese nota mai la prova ontologica di Dio, forse perché temeva di essere frainteso. Venne pubblicata soltanto nove anni dopo la sua morte negli Stati Uniti.
        ANCHE UN GRANDE MATEMATICO PUO’ ESSERE ANCHE UN GRANDE PIRLA.

        “Ogni proprietà positiva è necessariamente positiva. Per definizione Dio ha tutte e solo le proprietà positive.
        OZZAC, ANCHE QUELLA DI FAR AFFOGARE DONNE, BIMBI ,UOMINI, IN FUGA DALLA GUERRA (COPYWRITER DEL IL DIO DELLA GUERRA ), E DALLA FAME(COPYWRITER DEL DIO DELLA FAME E DELL’INGIUSTIZIA SOCIALE ).
        ETAZZAC RELIGIOSE DI MATEMATICI SFASATI CON IMPROBABILI SPIEGAZIONI TEOLOGICHE DI PRETI IN ROLLS ROYCE.

        STUPIDI COME QUELLI CHE VORREBBERO DIMOSTRARE L’ESISTENZA DEL <> NEI MERCATI FINANZIARI.
        STUPIDI COME GLI ANTIEVOLUZIONISTI, ISLAMICI O CATTOLICI, DI ULTRADESTRA.

        matematica
        teorema di Dio
        Protagonisti:
        Kurt Gödel
        Albert Einstein
        Christoph Benzmuller
        Bruno Woltzenlogel

      • Il vero problema del commentatore è quello di scrivere di cose che manco comprende, se avesse una minima conoscenza della teologia non farebbe le figure di scrivere:

        ANCHE QUELLA DI FAR AFFOGARE DONNE, BIMBI ,UOMINI, IN FUGA DALLA GUERRA (COPYWRITER DEL IL DIO DELLA GUERRA ), E DALLA FAME(COPYWRITER DEL DIO DELLA FAME E DELL’INGIUSTIZIA SOCIALE ).
        ETAZZAC RELIGIOSE DI MATEMATICI SFASATI CON IMPROBABILI SPIEGAZIONI TEOLOGICHE DI PRETI IN ROLLS ROYCE.

        Inoltre non si comprende cosa c’entri il suo commento con il comitato antievoluzionista, la sola cosa capace di fare è di scrivere “stupidi”, forse la sua presunzione è quella di avere una conoscenza maggiore di tutti gli altri.

      • ASSOLUTAMENTE NO, QUELLO CHE SO MI BASTA E AVANZA X DEFINIRE TALI GLI ANTIEVOLUZIONISTI O CREAZIONISTI E CHE DI SICURO NON CREDONO AL DIO ELEFANTE O SHIVA O ALL’ARBRE SACRE O A QUALSIASI DIO CHE L’ESSERE DISUMANO SI è INVENTATO.
        GB
        MADAGAMADA

      • Bene, intervento interessante.

      • ANGELISTA SENZA ALI ,SE SONO IGNORANTE DI TEOLOGIA E NON LO CONSIDERO UN DIFETTO QUELLO DI DISCETTARE SUL SESSO DEGLI ANGELI,RIBATTI ” SCIENTIFICAMENTE” ALLE MIE IRONIE CRITICHE.
        SE TI CHIEDI PERCHè TI RISPONDO, MI RILASSA MENTRE FACCIO TRADING SUI MERCATI MONDIALI, DAL MADAGASCAR.
        CIAO BELLO, SEN’ANIMA.
        GB

      • Direi un’altra risposta che rivela un alto tasso di inutilità-

      • HAI PERFETTAMENTE RAGIONE.IL GIOCO è INUTILE, IN TERMINI UTILITARISTICI MA METTE IL SALE E IL PEPE NEL QUOTIDIANO, TRA UN TRADING E L’ALTRO.
        CIAO ANGELISTA ASESSUATO.
        GB

      • Commento sempre più interessante, pieno di contenuti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...