Massimo Piattelli Palmerini e gli errori di Darwin


E’ stato pubblicato anche in Italia il Libro di due illuminati della scienza. Il testo sta creando reazioni negative in tutto il mondo da parte della “nomenclatura Evoluzionista”.

Il libro intitolato “Gli errori di Darwin” edito da Feltrinelli, è scritto da Jerry Fedor filosofo del linguaggio e cognitivista (della scuola di Noam Chomsky) e Massimo Piattelli-Palmarini biofisico e scienziato cognitivo (che ha lavorato con S. J. Gould).

Il testo affonda la sua tesi nel negare alla Selezione Naturale il compito di spiegare la “trasformazione” di una specie in un’altra.

Un attacco alla “credenza” più pura dei neodarwinisti che, tramite la selezione naturale, hanno tentato invano, sino ad ora, di dare le spiegazioni più assurde sull’origine e sviluppo degli esseri viventi.
I due studiosi spiegano che il principio neodarwiniano di selezione naturale non ha fondamento, è archeologia e che sarebbe corretto ammetterlo in modo da migliorare gli studi sull’evoluzione da parte della scienza.

I due autori ammettono che non si sa molto bene come funziona l’evoluzione (teniamo bene presente che i due scienziati sono evoluzionisti e quindi partono dal presupposto che l’evoluzione della specie sia un fatto… che non sanno spiegare… che non ha una origine documentabile – da dove arriva la vita-… che non ha meccanismi specifici verificabili… etc.) e che nessuno lo sa.

M. P. Palmerini, in molte interviste rilasciate in Italia, ammette che il neodarwinismo è finito, non ha più fondamento scientifico e moltissimi studiosi lo dicono apertamente: la “nuova sintesi” è da considerare morta (gli antievoluzionsiti lo dicono da moltissimo tempo e finalmente anche scienziati evoluzionisti ammettono la non validità scientifica della teoria di Darwin).

La sostanza di quanto sta avvenendo è che finalmente anche atei convinti come i due autori ammettono la non validità scientifica della spiegazione neodarwiniana. Il mondo scientifico mondiale, fedele al paradigma neodarwinisno, cerca invano di screditare due importanti scienziati, sino ad ieri elogiati per le loro competenze. Più intelligentemente, come ha cercato di fare sul Corriere della Sera Telmo Pievani, si cerca di dare un’interpretazioni differente alla sostanza dei due autori spiegando che la loro volontà è quella di una “teoria evoluzionsitica più estesa”.

Un tentativo molto astuto da parte del direttore di Pikaja, ma purtroppo è stato subito sconfessato dall’autore del libro.

Sulla vicenda è stato intervistato anche il famoso genetista R. Lewontin di Harvard, un mostro sacro della teoria dell’evoluzione e amico del famosissimo ed ultra celebrato S. J. Gould, lo scienziato ha spiegato: “la sopravvivenza del più adatto è l’oppio della gente”.

Quello che ci sembra di riscontrare in tutta questa storia è la conoscenza da parte di molti del fatto che la selezione naturale non spiega nulla di come “dovrebbe” avvenire la fantastica storia della trasformazione di una specie in un’altra.

M. P. Palmerini spiega, nelle svariate interviste di questi gironi, gli esperimenti fatti  in laboratorio non creano nuove specie ma solamente sottospeci… anche in questo caso abbiamo avuto sempre ragione, la selezione naturale diminuisce le informazioni…

Povero prof. Cavalli Sforza che durante la puntata  dell’infedele dedicata alla teoria di Darwin mi disse, in realazione alla mia specifica domanda sulla selezione naturale,  che dovevo studiare biologia… lui deve studiare un po’ di buon senso…

Quello che diciamo da anni è ormai sostanza nei fatti, la teoria di Darwin non spiega un bel nulla, è un paradigma difeso dalla “nomenclatura evoluzionista” arroccata nella difesa di una suggestiva idea a sostegno dell’ateismo.

4 pensieri su “Massimo Piattelli Palmerini e gli errori di Darwin

  1. A parte che com gia detto da diversi (questi si) esperti di evoluzionismo, l’attacco alla selezione naturale da parte dei due autori e’ goffo e ben poco aggiornato (es Pigliucci, Nature 464, 353-354). Ma lasciando perdere questo aspetto che a quanto pare non vi interessa un gran che, ma come commentate (o evitate di commentare) il fatto che il libro che tutti i siti creazionisti del mondo stanno elogiando sia comunque un libro che parte dalla certezza dell’evoluzione delle specie? A parte copiare e incollare gli elogi che trovate qua e la potreste anche leggere il libro, e scoprire cosi che (nonostante malposto) sia un tentativo di spiegare l’evoluzione in modo differente dalla corrente neo-darwinista. Come mai un comitato anti-evoluzionista si trova ad elogiare un libro che comunque possiamo definire a suo modo evoluzionista?
    E’ solamente mancanza di coerenza oppure e’ solamnte malafede nell’accettare qualsiasi attacco a Darwin, ovunque esso provenga?

    • Il testo in oggetto è la testimonianza che la teoria di Darwin è sotto assedio sia tra gli evoluzionisti che tra chi non è evoluzionista.
      Senza prendere in considerazione i creazionisti (come Collins, lo scopritore del genoma o Veitz biologo prima ateo oggi fortemente creazionsita o Antony Flew sino a pochi anni fa il massimo esperto di ateismo filosofico… e molti altri che negli ultimi anni stanno cambiando radicalmente il loro credo…).
      Mi sembra di avere specificato che gli autori sono evoluzionisti… ed è per questo che il testo è molto più importante. Sempre più spesso si verificano forti scontri tra evoluzionisti in quanto non vi sono prove di macroevoluzione e questo è un MACROproblema per le svariate teorie.
      Nessun elogio. Si è voluto fare conoscere che come diciamo sempre la teoria è piena di contraddizioni e ormai anche molti evoluzionisti lo ammettono.

      • Il fatto di definire Collins “lo scopritore del genoma” la dice lunga sulla confusione che fa in campo biologico. questa confusione si protrae nel definire sotto assedio la teoria di darwin. Innanzitutto gli autori essendo un filosfo del linguaggio e uno scienziato cognitivista dimostrano varie volte di non coscere a fondo cio’ di cui stanno parlando (come Cavalli Sforza gli ricorda). In secondo luogo buona parte del libro sbandiera critiche vecchie ormai di anni, gia discusse ed inglobate in una visione piu ampia della teoria. Malintrepretando la letteratura pongono come un punto di rottura quello che in realta’ e’ gia stato risolto (ad es con gould) in precedenti dibattiti. E il discutere nuove aspetti della teoria come e’ sempre stato fatto e come si continua a fare e’ sintomo di una teoria scientifica in piena salute. Ma non conoscendo quello di cui si sta parlando e con una buona dose di malizia e’ facile vedere la teoria “sotto assedio”.

      • Buongiorno, su F. Collins basta che lei si vada a vedere quello che dice sulla teoria di Darwin. Palmerini ha lavorato con Gould… inoltre, per vedere chi ha dato ragione a M. Pittelli Palmerini basta andare a vedere cosa ha detto un famoso genetista ateo di Havard… molto amico di Gould.
        Cavalli Sforza fa ormai sorridere per quello che dice come il il mondo sceintifico da noi definito “nomenclatura evoluzionista” che sino a ieri negava si discutesse di evoluzionismo nel mondo accademico e oggi, a detta di Pievani, si scopre che sono tre le teorie su cui discutere… noi sappiamo che sono di più… e piano piano, come la storia sta dimostrando da un pò di anni, continuiamo ad avere ragione.
        Nessuna errata interpretazione, si riportano commenti e dichiarazioni di evoluzionisti e nello specificatamente di atei dichiarati.
        Vede, per dirla tutta, gli evoluzionisti, nelle loro care falsità, ci raccontano che la selezione naturale l’ha scoperta C. Darwin… stupidata, oltre al fatto che se ne parla anche tra gli antichi filosofi greci è il nonno di Darwin a scrivere di selezione naturale come meccanismo della natura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...